Cinepanettoni: nascita, crescita e… declino?

Come ogni anno, si avvicina finalmente l’evento che tutti aspettano da sempre, e cioè il Natale. E con l’arrivo del Natale, i festeggiamenti non sono solo a base di cenoni, spumanti e panettone o pandoro da gustarsi in compagnia di amici e parenti, ma anche con la programmazione televisiva natalizia.

Come da tradizione, quindi, il palinsesto viene modificato per fare posto a film o a special “a tema natalizio” per allietare le serate di grandi e piccini davanti allo schermo. Purtroppo, però, come esistono film natalizi classici e che fanno comunque divertire anche a distanza di anni come “Mamma, ho perso l’aereo” o “Una poltrona per due”, ci sono anche film che al contrario diventano una visione non troppo piacevole per lo spettatore.

Tali film sono tristemente noti come “Cinepanettoni”.

Che cos’è un cinepanettone?

Un “cinepanettone” è un genere di film, solitamente a tema comico-demenziale, prodotto e destinato ad uscire nelle sale durante il periodo natalizio. In alcuni casi, tuttavia, ci sono state diverse occasioni in cui questo tipo di film non esce solamente a Natale, ma anche durante altri periodi come quello estivo (in questo caso però viene indicato come “Cinecocomero”).

Da cosa è caratterizzato un cinepanettone?

Almeno ad una prima occhiata, il cinepanettone standard si presenta come una classica commedia di Natale incentrata su uno o più protagonisti (di solito presentati a coppie) intento o intenti a passare le vacanze in località invernali o, in casi più recenti, in Paesi esotici o città ritenuti da “vacanza” (ed esempio, Miami). Questa prima impressione viene tuttavia meno non appena ci si accorge che, tolta una quasi parvenza di trama all’inizio, il film in sé prende direzioni totalmente diversi o dà vita a innumerevoli sottotrame o situazioni così demenziali da risultare imbarazzanti o addirittura grottesche.

Un’altra particolarità che contraddistingue i cinepanettoni riguarda non solo le trame ripetitive, ma anche le dosi esagerate di humor volgare e gratuito, la maggior parte pure pieno di doppi sensi, messe in atto dai protagonisti, seguite poi da gag senza capo né coda o fini a se stesse.

Vedere o non vedere?

Il quesito più classico che ci si pone quasi sempre è se vedere o meno un cinepanettone o presunto tale. Un segreto per rispondere a questa domanda potrebbe essere il valutare quanto il trailer possa promettere bene, ma una soluzione ANCORA MIGLIORE riguarderebbe l’avere il coraggio di entrare in sala e cercare di guardare il film con occhi obiettivi, senza lasciarsi guidare dal pregiudizio.

Related News

Leave a Reply

Copyrıght 2014 Corso 1 PRL Engim Torino