Inquinamento: impatto ambientale e strategie

Ormai viviamo in una società molto moderna che non può fare a meno dell’impiego di materiali finalizzati all’industria e alla produzione di beni e servizi, che servono a far progredire l’economia e molte volte sono il fiore all’occhiello di certi sistemi ecomici. Questo però ha un impatto negativo sull’ambiente, poichè, attraverso i fumi delle fabbriche nucleari e/o chimiche, i cfc( cluoro fluoro carburi) contenuti ad esempio nei condizionatori, l’emissione di gasolio e benzina generati dallo scappamento delle auto o il rilascio di sostanze tossiche da parte delle petroliere in mare , l’accumulo di rifiuti e altro ancora, stanno creando un vero e proprio “degrado ambientale”, dando così luogo a conseguenze molto negative per la conservazione e la salvaguardia del nostro pianeta.

Gli effetti nocivi sono molti, alcuni dei quali: l’assolttigliamento del buco dell’ ozono e quindi il surriscaldamento globale, le pioggie acide, i rifiuti che liberano diossina che può causare malattie molto gravi,come tifo o colera.

Quali sono le strategie che potremmo mettere in atto per dare una mano all’ecosistema a riprendersi e/o a migliorare:

  • Fare la raccolta differenziata dei rifiuti che potranno poi essere impiegati per costruire altri materiali e costruire inceneritori per essi.
  • Adottare strategie ambientali nelle fabbriche o centrali chimiche o nucleari, come quelle a fissione, si tratta di nuove tecniche per trattenere l’energia nucleare all’interno della centrale, in modo di ridurre al minimo i danni ambientali o i rischi di esplosione
  • Sfruttare maggiormente l’energia solare, che in proporzione consuma ed inquina meno dei gas contenuti nei termosifoni e può essere utile per sperimentare nuove tecniche di riscaldamento domestico, nelle aziende ecc..
  • Sviluppare ed approfondire l’energia elettrica in ambito automobilistico, che consumerebbe quattro volte in meno del metano o della benzina, finora putroppo però si tratta di auto che hanno un’autonomia di 100 km o meno, ma che se si continua a procedere per vie sperimentali e ricerche, forse questo problema potrebbe essere risolto.

Tutte questi stratagemmi dovrebbero essere presi a modello, se si vuole conservare l’ambiente e fare una vita migliore rivolta sia a noi che alle generazioni successive, riducendo al minimo, i rischi per la salute, poichè è dimostrato che lo smog è responsabile dei tumori quasi quanto il fumo da sigaretta.

 

Related News

Leave a Reply

Copyrıght 2014 Corso 1 PRL Engim Torino