Recensione del film “300 – L’alba di un Impero”

Dopo il grande successo del precedente film 300, il nuovo film basato su dati storici parla della guerra tra greci e persiani a Maratona , nel quale il soldato e stratega ateniese Temistocle riesce a guadagnarsi la gloria dell’esercito uccidendo il re persiano Dario I, padre di Serse I.
La regina Caria Artemisia I, originaria della Grecia e alleata persiana, comincia a vendicarsi e lo manda poi a compiere un lungo e duro viaggio allo scopo di addestrarlo ad abbattere Temistocle. Alla fine, Serse trova una caverna la fonte d’acqua che gli dona le sembianze di un dio re, completamente diverso dal suo precedente aspetto e carattere.
Dieci anni dopo la battaglia di Maratona, Temistocle, diventato esperto generale dell’esercito ateniese, prende la decisione di recarsi a Sparta per chiedere aiuto alla regina Gorgo in modo da sconfiggere una volta per tutte l’esercito persiano, ma la regina rifiuta e lo manda via. Temistocle è perciò costretto ad affrontare i persiani, comandati da Artemisia, in mare aperto con i soli ateniesi.
Grazie ad un suo amico alleato mandato sulle navi nemiche per scoprire i loro piani, Temistocle riesce ad escogitare un piano che lo portano a due vittorie consecutive contro l’esercito avversario.
A questo punto Artemisia è decisa ad avere Temistocle dalla propria parte e, dopo averlo invitato sulla propria nave, decide di vendersi a lui in cambio della sua fedeltà ai persiani. Il generale ateniese però non cede alle sue seduzioni e, nonostante abusi ugualmente di lei, non si sottopone al suo comando, aumentando la sete di vendetta che la donna da tempo nutriva verso i greci.
Il giorno dopo, infatti, Artemisia sfida i greci con una moltitudine di navi persiane e incendia la flotta greca, facendosi esplodere dentro all’imbarcazione su cui si trovava Temistocle. Questi tuttavia, riesce ugualmente a salvarsi.
Nel frattempo, Leonida I, re di Sparta, viene ucciso durante la battaglia delle Termopili insieme ai suoi 300 soldati, per questo Temistocle ritorna nuovamente dalla regina Gorgo, distrutta per la morte del marito, ad implorare il suo aiuto, ma ancora una volta ella rifiuta. In seguito, si presenta a Temistocle il deforme soldato spartano Efialte, traditore della propria patria ed ora in combutta con Serse, il quale gli annuncia che il suo re ha intenzione di chiedere la loro resa. Temistocle lo rimanda indietro a dichiarare un’altra volta guerra ai persiani e durante il colloquio tra Efialte e Serse, Artemisia scopre che il generale greco non è morto come lei pensava.
Temistocle prepara quindi il suo esercito per l’ultima battaglia contro i persiani, nella quale ha uno scontro corpo a corpo con Artemisia. Alla fine del duello, è Temistocle a chiedere alla donna di unirsi alla sua flotta, ma questa cerca invece di colpirlo con la spada, anche se alla fine è lei stessa a venire trafitta e uccisa.
Il film si conclude con l’arrivo della flotta greca, comandata dalla regina Gorgo al fianco del soldato Delios, fedele alleato di Leonida, che dà un’inevitabile risvolta alla battaglia.
Come film è molto bello perché rispecchia una storia realmente accaduta, c’è molta azione e anche la grafica non è male, lo consiglierei sicuramente a un amico. Intanto il film in Italia ha già sbancato i botteghini per una cifre di 2,4 milioni di euro.

Fonte wikipedia

Related News

Leave a Reply

Copyrıght 2014 Corso 1 PRL Engim Torino